Come ho superato il mangiare emotivo, parte 2 Entanglement profondo

  • Alvin Long
  • 0
  • 3309
  • 811

Questo è parte 2 del mio Serie in 6 parti sul mangiare emotivo, la perversione del cibo nella nostra società di oggi e come superarlo. In caso contrario, leggi prima la Parte 1: Food as a Symbol of Love.

Dipendenza dal cibo

"La gola è una fuga emotiva, un segno che qualcosa ci sta mangiando." ~ Peter De Vries

Il mio condizionamento infantile mi ha reso molto dipendente dal cibo. Ogni volta che facevo qualcosa, avrei bisogno di cibo come compagno.

Annuncio pubblicitario

Ad esempio, ogni volta che ero stressato, cercavo automaticamente il cibo. Che si tratti di finire un compito, studiare all'ultimo minuto per gli esami o fare un lavoro, tenderei immediatamente a cercare del cibo, che mi alimenterebbe quindi nelle mie cose da fare. Se non avessi cibo, non sarei in grado di finire ciò che intendevo fare. Mi addormenterei o sarei bloccato, come un cervo catturato dai fari.

Anche quando non ero stressato, avrei cercato anche il cibo. Potrei giocare, guardare un film, guardare la TV, chattare al telefono o uscire con gli amici e sentirò il bisogno di mangiare. Altrimenti mi sentirei strano o addirittura angosciato.

E i momenti in cui mi sentivo felice, mi veniva in mente anche mangiare. Diciamo, quando ho ricevuto buone notizie, quando ho fatto le cose, o anche quando mi sono sentito felice in generale. Mangiare sembrava un'attività naturale per seguire quelle situazioni.

Un mangiatore emozionale

Allora non lo sapevo, ma stavo mangiando in risposta alle emozioni, non perché il mio corpo ne avesse bisogno. Una parte di me ha notato che ho mangiato più (sia in quantità che in frequenza) (a) rispetto ad altri (b) di quanto avrei dovuto. Ma pensavo che forse avevo un grande appetito, o avevo bisogno di più cibo per il mio metabolismo veloce, o qualcosa del genere. Non sospettavo nulla.

La consapevolezza di essere stato un mangiatore emotivo finalmente affondato nel gennaio 2011. Mi ero sottoposto a una prova di cibi crudi in Live a Healthier Life in 21 Days Challenge (21DHL), e stavo andando bene, in termini di aderenza alla dieta . Mi attenevo a nutrienti frutta e verdura fresca e aumentava la mia chiarezza mentale. Avevo anche bisogno di dormire meno come avrei fatto ogni volta che ero nelle mie prove grezze.

Tuttavia, ho notato che avrei inconsciamente raggiunto più cibo, anche se ero già pieno di frutta e verdura che ho appena mangiato. Mentre lo farei in passato con altre diete, non l'ho mai visto come un problema dato che il cibo che mangiavo era di solito cibo spazzatura, che difficilmente riempiva. Pensavo forse di avere ancora fame.

Ma con frutta e verdura erano molto voluminosi e mi sentivo estremamente pieno dopo aver mangiato per un po '. Anche se non avevo più intenzione di mangiare, Continuavo a mangiare grilletti subconsci.

Annuncio pubblicitario

Fu allora che mi resi conto che il mio mangiare era al di fuori del mio controllo, così come molti dei miei cibi in passato. C'erano chiaramente dei collegamenti inconsci che mi facevano mangiare, nonostante io non voglia. Mentre in passato pensavo fossero sotto il mio controllo, poiché avrei ceduto all'intenzione di mangiare, mi è diventato chiaro che avrei comunque mangiato comunque anche se avessi cercato di non.

Il mio desiderio di mangiare mi aveva tolto una vita e non era più sotto il mio controllo.

A posteriori, tutti i motivi che ho inventato per giustificare il mio mangiare in passato, come "Oh, lo sto mangiando perché voglio davvero mangiarlo." o "Lo mangerò per l'ultima volta e ricomincerò una dieta sana domani." o "Perché privarmi delle cose che voglio mangiare? Dovrei fare ciò che mi rende felice." o "Non credo di aver mangiato abbastanza oggi - Farò meglio a mangiare di più." o "Mangiare mi farà sentire meglio, quindi vado a mangiare ora." o "Dal momento che lavoro, merito di mangiare come ricompensa." o "Dal momento che sto guardando uno spettacolo / film, dovrei concedermi e lasciarmi mangiare."Ecc., Erano semplicemente delle scuse per nascondere i miei problemi alimentari emotivi.

Quindi vorrei mangiare, in risposta alle mie emozioni. In genere mi spingerei a mangiare quando avessi molto lavoro da fare, anche se il mio mangiare emotivo sarebbe emerso anche in momenti di felicità o svago. Che si trattasse di noia, stress, ansia, eccitazione o felicità, mangerei come un modo per calmare quegli stati emotivi.

Dopo aver mangiato, mi sentirei felice e soddisfatto. Se non avessi mangiato in risposta ai miei bisogni alimentari, mi sarei sentito angosciato e non avrei potuto fare nient'altro.

Mangiare ... una soddisfazione fugace

Mangiare mi ha calmato. Ha avuto un effetto calmante su di me quando non ero calmo. Mi ha fatto sentire contento quando non ero contento. Mi ha fatto sentire felice quando ero afflitto da pensieri infelici.

Prima di mangiare, ci sarebbero state delle anticipazioni mentre pensavo a come avrei mangiato presto. Sarei entusiasta del cibo che avrei avuto.

Annuncio pubblicitario

Poi, mentre consumavo il cibo, ci sarebbe stata un'ondata di emozioni felici, mentre assaporavo i miei morsi. Questa era probabilmente una combinazione di euforia dovuta agli agenti che creano dipendenza nel cibo spazzatura (se stavo mangiando cibo spazzatura) e un appagamento illusorio dovuto alle mie convinzioni deformate che circondano il cibo.

Questa soddisfazione sarebbe durata per tutto il mangiare. Per un po 'dopo aver finito di mangiare, sarei contento.

Ma la soddisfazione sarebbe di breve durata. Non passerebbe molto tempo prima che mi ritrovassi a cercare di nuovo il cibo, anche se avevo mangiato un bel po '. A volte mi piacerebbe mangiare di nuovo dopo mezza giornata, prima dei pasti. A volte mi piacerebbe mangiare dopo poche ore. A volte l'impulso a mangiare sorgeva dopo pochi minuti.

Non era del tutto giusto. Sembrava quasi che il mio desiderio di mangiare avesse poco a che fare con la fame fisica. Come potrei avere fame quasi subito dopo aver finito di mangiare? Potrei diventare pazzo?

Ero esasperato.

Dal mangiare emotivo, al mangiare compulsivo, al mangiare troppo compulsivo

A poco a poco mi sono evoluto da mangiatore emotivo (mangiare in risposta alle emozioni), a mangiatore compulsivo (dove mi sentirei costantemente mangiare), a mangiatore compulsivo (dove avrei mangiato oltre il punto di essere comodamente pieno).

Il mio mangiare emotivo è diventato bingefest, nel mio tentativo di calmare i miei stati emotivi.

Annuncio pubblicitario

Mentre il mio mangiare emotivo poteva essere innescato da qualsiasi cosa (dalle emozioni felici, alle emozioni negative, alla noia), ho scoperto che le mie abbuffate (tentativi deliberati di mangiare fino al punto di pienezza estrema) erano di solito scatenate dalla rabbia (verso me stesso) o dai sentimenti di depressione (di solito derivante da bassa autostima).

Ad esempio, se cadessi fuori strada nella mia dieta mangiando qualcosa che non avrei dovuto, avrei reagito mangiando ossessivamente, come se stessi punendo me stesso. Penserei, "Dato che ho già mangiato quel cookie (per esempio), che importanza ha se ho mangiato altri 20 cookie? Potrei anche mangiarmi a morte mentre ci sono io.“.

Vorrei anche abbuffarmi quando qualcuno mi dava credito per aver fatto bene alla mia dieta, anche se non lo ero (come se avessi esagerato la sera prima o se avessi mangiato qualcosa che non avrei dovuto). O se la persona ha commentato che stavo mangiando poco quando sapevo che non era il caso (con le mie abbuffate segrete). Avrei sentito di non meritare il commento e vivevo una facciata, e poi mi vendicavo per abbuffata.

Un altro esempio sarebbe quando mi sentivo consapevole del mio aspetto. Se mai mi sentissi grasso o brutto, mi annegherei nel cibo. Penserei: “Dato che sono già così grasso, che senso ha essere consapevole della mia assunzione di cibo? Potrebbe anche esagerare con l'oblio. "O" Tutti questi sforzi sono inutili. Non riuscirò mai a ottenere il mio look ideale. Mangiamo e dimentichiamoci di questo. Il più grasso, il più brutto, il migliore. ".

Anche i commenti che ero magro, se fatti in un periodo in cui mi ero abbuffato o caduto fuori strada nella mia dieta, mi avrebbero reso abbuffato. Penserei che sarei stato molto più avanti nei miei programmi di dieta se non fossi andato fuori strada, e mi sarei rivolto al cibo per riparare i miei dolori.

Come puoi vedere, il mio mangiare emotivo è stato pesantemente aggravato a causa di problemi con l'immagine del corpo. Questo perché mangiare, peso e immagine erano legati l'uno all'altro: un errore nelle mie abitudini alimentari avrebbe innescato un effetto domino.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Suggerimenti per aiutarti a migliorare la tua vita e diventare una personalità eccellente.
Una popolare rivista online che offre consigli pratici e trucchi per la vita per la prosperità personale. Aumenta la produttività, ferma la procrastinazione e vivi una vita migliore.